Invalidità civile

Le nuove procedure per l'accertamento


Dal primo gennaio 2010 sono cambiati alcuni importanti passaggi dell'iter di domanda di riconoscimento ed aggravamento delle minorazioni civili (invalidità e cecità civile, sordità prelinguale), dell'handicap (Legge 104/92) e della disabilità (Legge 68/99). La domanda di accertamento delle minorazioni sopra riportate deve essere presentata all'Inps e non più alle ASL.

Le commissioni mediche esaminatrici sono state integrate con un medico legale dell'Inps. La presentazione delle domande deve avvenire esclusivamente tramite un sistema informatico, che tra le altre cose garantirà la tracciabilità della pratica in tempo reale. Come già avveniva fino al 2009, gli interessati devono rivolgersi per prima cosa al medico curante (medico certificatore) al fine di ottenere il certificato introduttivo.

Anche il certificato deve essere compilato su supporto informatico ed inviato telematicamente a cura del medico. Una copia del certificato e della ricevuta di spedizione con timbro e firma in originale del medico deve essere consegnata al cittadino il quale dovrà esibirla al momento della visita. La ricevuta indica il numero di certificato che il cittadino deve riportare nella domanda informatica, al fine di consentire all'Inps l'abbinamento dei due documenti. Il certificato ha validità 90 giorni. Se non si presenta in tempo la domanda, il certificato scade e bisogna richiederlo nuovamente al medico. In caso di domanda di accertamento per il collocamento mirato (Legge 68/99), non è richiesto il certificato medico, in quanto può essere presentata esclusivamente da cittadini in condizione di invalidità riconosciuta in misura superiore al 45%, oppure, sia stata riconosciuta la condizione di cieco civile o sordo. Per l'inoltro della domanda gli interessati possono rivolgersi gratuitamente ad un patronato, quale l'Inac.

e-max.it: your social media marketing partner