CAA delle Venezie

CAA

caa dellevenezie

Il Centro autorizzato di Assistenza Agricola (CAA), CAA CIA Veneto, è stato costituito dalla Confederazione Italiana Agricoltori per "assistere i produttori nella elaborazione delle dichiarazioni di coltivazione e produzione, delle domande di ammissione ai benefici comunitari, nazionali e regionali e controllare la regolarità formale delle dichiarazioni immettendone i relativi dati nel sistema informativo, attraverso le procedure previste da AVEPA ed AGEA".
In particolare i funzionari operativi del CAA-CIA si assumono "la responsabilità della identificazione del produttore e dell'accertamento del titolo di conduzione dell'azienda, della corretta immissione dei dati, del rispetto per quanto di competenza delle disposizioni comunitarie".

Con il sostegno del CAA-Cia le imprese possono:
• Conoscere ed utilizzare al meglio le opportunità della politica agricola comune
• Ridurre e semplificare la burocrazia
• Rimuovere gli ostacoli che frenano lo sviluppo della propria idea di impresa
• Attivare pacchetti di servizi mirati

UMA- uso macchine agricole

UMA - Uso Macchine Agricole

I nostri tecnici sono a disposizione per la predisposizione della richiesta di carburante agevolato ed emissione del "Libretto UMA 2010" .
L'agevolazione fiscale per i carburanti impiegati in agricoltura, viene regolamentata dal D.M. 14 dicembre 2001, n.454, consiste in una riduzione dell'imposta di fabbricazione gravante su benzina (-51%) e gasolio (-78%) impiegati in lavori agricoli mediante l'uso di macchine agricole.
Le coltivazioni sotto serra godono di un ulteriore riduzione: attualmente è prevista l'esenzione totale dell'accisa sul gasolio.
I soggetti beneficiari sono:

IAP

Imprenditore Agricoltore Professionale I.A.P.


L'attività di agricoltore è riconosciuta qualora sia svolta secondo quanto disposto dalla normativa prevista, prevedendo agevolazioni contributive, fiscali ed urbanistiche in base a diverse tipologie:
Coltivatore Diretto (CD)
Si dedica direttamente e abitualmente alla coltivazione dei fondi ed al governo del bestiame, sempre che la complessiva forza lavorativa del nucleo familiare non sia inferiore ad un terzo di quella occorrente per le normali necessità della coltivazione del fondo e per l´allevamento ed il governo del bestiame, così come disposto dall' art. 48 della Legge 2 giugno 1961, n. 454, nonché dall'art. 2083 del Codice Civile;
Imprenditore agricolo (IA)
Esercita l´attività di coltivazione del fondo, selvicoltura, allevamento di animali e attività connesse, così come previsto dall'art. 2135 del Codice Civile;
Imprenditore Agricoltore Professionale (ex IATP)
Tale figura è stata definita dal Decreto Legislativo n. 99/2004, poi modificato dal Decreto Legislativo n. 101/2005.

E´ imprenditore agricolo professionale colui il quale, in possesso di conoscenze e competenze professionali ai sensi dell´art. 5 del regolamento (CE) n. 1257/1999 del Consiglio, del 7 maggio 1999, dedichi alle attività agricole di cui all´articolo 2135 del Codice Civile, direttamente o in qualità di socio di società, per le zone di montagna, almeno il venticinque per cento del proprio tempo di lavoro complessivo e che ricavi dalle attività medesime almeno il venticinque per cento del proprio reddito globale da lavoro.